Una prestigiosa coproduzione tra Gli Alcuni-Teatro Stabile di Innovazione e Teatri e Umanesimo Latino SpA, che mettono in scena una innovativa versione della fiaba in musica “Pierino e il lupo” di Sergej Prokof’ev.

Il Sindaco di Treviso presenta una prestigiosa coproduzione tra Gli Alcuni-Teatro Stabile di Innovazione e Teatri e Umanesimo Latino SpA, che mettono in scena una innovativa versione della fiaba in musica “Pierino e il lupo” di Sergej Prokof’ev.
 
Il debutto a febbraio al Teatro Comunale “Mario Del Monaco” di Treviso.

 
 
“Sono profondamente orgoglioso del fatto che due teatri stabili collaborino tra loro, facciano sistema. Questa è la strada che vogliamo percorrere con sempre maggiore determinazione. Treviso città dei teatri è un nostro obiettivo, come lo è una Treviso capace di creare nuove produzioni – dichiara il sindaco di Treviso Giovanni MANILDO – Pierino e il lupo vegetariano ne è un esempio: una proposta bellissima capace di unire musica dal vivo, teatro e mondo dei bambini. Una bella sfida alla quale Treviso non poteva di certo mancare”.
 
L’Amministratore Unico di Teatri e Umanesimo Latino SpA Gianfranco GAGLIARDI esprime il suo compiacimento per questo raggiungimento: “Con viva soddisfazione annunciamo oggi la nascita di questa coproduzione tra Gli Alcuni – Teatro Stabile di Innovazione e Teatri e Umanesimo Latino SpA. È il segno concreto di una reciproca volontà di ricercare ambiti nuovi in cui mettere a frutto le rispettive competenze ed insieme dimostrare che la collaborazione fra Istituzioni è un traguardo raggiungibile se lo si persegue con passione. A ciò si aggiunga la novità della proposta artistica che contamina generi tra loro apparentemente lontani eppure assolutamente contigui: il teatro per l’infanzia, con le sue radici popolari, ben si coniuga con i valori tradizionali della lirica così vicini alla più profonda memoria culturale del nostro Paese. Sono certo che questa cooperazione non resterà isolata e segnerà l’avvio di un cammino fecondo con l’auspicio che altri sappiano e vogliano affiancarsi a noi”.
 
Sergio MANFIO, Direttore artistico de Gli Alcuni – Teatro Stabile di Innovazione, commenta l’importante accordo raggiunto da due tra gli attori principali per la cultura in città: “La coproduzione tra due teatri stabili della città segna, per Treviso, una tappa di fondamentale importanza per la sua rinascita culturale. E’ un buon passo in avanti che, oltre a supportare lo sviluppo e l’interazione tra differenti linguaggi e valorizzare la loro possibilità di confronto, si pone come proposta per rendere accessibili ipotesi di comunicazione, integrazione e scambio tra le differenti realtà del nostro territorio. Una città, come succede per le persone, deve essere in grado di approntare progetti che la facciano crescere, che ne presentino il volto più autentico e possibilmente più originale, senza dimenticare la valenza “pedagogica” di quanto viene proposto: consapevoli che ci si deve “anche” prendere cura dello sviluppo di un ‘pensiero’ sul futuro. Il futuro delle giovani generazioni, appunto!”.
 
Questa la presentazione dello spettacolo, firmata da Gianfranco GAGLIARDI e da Sergio MANFIO: “La difficile situazione economica che stiamo attraversando impone, anche a chi si occupa di cultura, una serie di riflessioni di natura organizzativa e strutturale oltre che una ridefinizione dei ruoli. Una delle chiavi principali per il superamento della crisi è nelle mani di chi cerca di sviluppare con impegno imprenditoriale e creatività un nuovo modo di intendere e di valorizzare le proposte culturali, anche in un rapporto sinergico con altri settori produttivi. La produzione dello spettacolo musicale Pierino e il lupo vegetariano cerca proprio di andare in questa direzione, attivando una stretta collaborazione tra due importanti strutture teatrali, il Teatro Comunale Mario del Monaco-Teatro di Tradizione e Gli Alcuni-Teatro Stabile di Innovazione, allo scopo di unire importanti risorse produttive e distributive e, contestualmente, di aprire nuove strade al fattivo rapporto con gli enti locali, le organizzazioni e le associazioni del territorio, per lo sviluppo armonico e condiviso delle proposte culturali.”
 
Francesco MANFIO
parla del lavoro di animazione che arricchirà la produzione: “I Cuccioli non hanno bisogno di presentazione ma è interessante ricordare che sono ormai 65 i paesi nel mondo che trasmettono i loro cartoons. Da sempre i Cuccioli sono partner di iniziative culturali di grande rilevanza, non ultima quella di essere stati scelti dall’UNESCO come testimonial per le tematiche della salvaguardia del patrimonio idrico mondiale. E’ quindi con entusiasmo che ci accingiamo a questa nuova sfida di una produzione collegata alla messa in scena di una fiaba musicale. Su Pierino e il lupo si sono cimentati Disney nel 1946 e Chuck Jones nel 1999, ma è la prima volta che l’animazione sulla musica di Prokof’ev nasce ad hoc per una produzione teatrale”.
 
 
LA MESSA IN SCENA
 
 
Lo spettacolo – una fiaba in musica con orchestra, attori e videoproiezioni – vede impegnato un cast davvero di primo piano, che nei prossimi mesi sarà impegnato a dar corpo, e armonia, a una versione molto innovativa del “Pierino e il lupo” composto da Prokof’ev nel 1936.
 
L’Orchestra Regionale Filarmonia Veneta diretta da Diego Basso sarà in scena insieme agli attori de Gli Alcuni-Teatro Stabile di Innovazione, mentre le animazioni originali per lo spettacolo saranno realizzate in esclusiva dai cartoonist di Gruppo Alcuni s.r.l. e saranno proiettate su grande schermo. La regia e l’adattamento teatrale sono di Sergio Manfio.
 
La fiaba musicale sarà preceduta da un’introduzione in cui verranno presentati gli animali (con videoproiezioni in animazione), a cui saranno abbinati gli strumenti dell’orchestra, e sarà seguita da un epilogo che vedrà riscattata la figura del lupo. Gli animali protagonisti della storia saranno i cartoni animati della serie Cuccioli, coprodotta da Gruppo Alcuni e Rai Fiction e attualmente in onda in 65 paesi nel mondo, che interagiranno con gli attori in scena e l’ensemble dei musicisti.
 
La storia narrata in quest’opera musicale è notissima: Pierino è un bambino un po’ discolo che vive con il nonno e tre animaletti, un uccellino, un’anatra e un gatto. Un giorno decide di cacciare un lupo malvagio che si aggira nei boschi, anche se il nonno cerca di dissuaderlo in tutti i modi. Dalla camera dove il nonno l’ha rinchiuso Pierino vede il gatto che cerca di cacciare il povero uccellino mentre l’anatra si fa una nuotata nello stagno vicino. In quel momento arriva il lupo; l’anatra, spaventata, corre sulla riva del lago, ma viene mangiata in un sol boccone dal feroce predatore. Pierino nel frattempo, uscito di casa, prende una corda, la lega alla coda del lupo, e annoda l’altro capo a un ramo dell’albero. Poco dopo arrivano i cacciatori; Pierino, orgoglioso, fa notare loro che il lupo ormai è sconfitto e tutti insieme rientrano in paese in un corteo trionfale. Anche l’anatra partecipa alla festa perché il lupo l’aveva ingoiata senza masticarla.
E poi… non può mancare un finale a sorpresa!

Data ultima modifica: 29/07/2014