Interventi sulle alberature cittadine

alberiDa giovedì 8 novembre 2012, salvo condizioni meteo avverse, avranno inizio le operazioni di abbattimento e di potatura per la messa in stabilità e in sicurezza del verde pubblico.
Tali attività proseguiranno fino a cessate esigenze.

Con l’utilizzo della metodologia V.T.A. (Visual Tree Assessment), grazie alla quale viene valutata la resistenza del legno e di conseguenza la possibilità di schianto, la città di Treviso sottopone le piante del territorio cittadino a periodici controlli dello stato di salute. I controlli di stabilità effettuati con tale metodologia consentono di ridurre il rischio derivante dalla caduta di alberi, rimuovendo o mettendo in sicurezza piante potenzialmente pericolose.
L’attività di monitoraggio è curata dai tecnici del Verde  pubblico della Trevisoservizi s.r.l. che dopo una valutazione sia degli aspetti fisiologici e fitosanitari che del contesto in cui si trovano piante, individuano gli esemplari da sottoporre ad abbattimento o potatura di messa in sicurezza.
 Gli interventi che si stanno attuando derivano da queste valutazioni, che vengono esplicitate in una scheda di valutazione VTA elaborata dal tecnico abilitato al controllo.
L’ufficio del Servizio Verde comunale, come da prassi, stabilisce e valuterà l’opportunità di programmare il ripristino delle piante abbattute, non escludendo la possibilità di un cambio di specie arborea.

Le operazioni di abbattimento e di potatura per la messa in stabilità e in sicurezza, salvo condizioni meteo avverse, proseguiranno anche durante la settimana dal 19 al 23 novembre e si svolgeranno nelle seguenti zone:

  • Viale Cesare Battisti  con l’abbattimento di 2 pini per problematiche legate alla sicurezza stradale;
  • Giardino della Scuola Felissent  con l’abbattimento di 3 aceri per attacchi cariogeni e per danni all’edificio scolastico e di 1 carpino nero per il mancato rispetto delle distanze minime di impianto previste dal codice civile;
  • Viale Jacopo Tasso con l’abbattimento di 1 ippocastano  per attacchi funginei;
  • Via Plinio il Vecchio con l’abbattimento di 1 acero per attacchi cariogeni diffusi;
  • Via Pasteur con l’abbattimento di 3 aceri per attacchi cariogeni, fisiopatie diffuse e danni meccanici;
  • Area verde di Via Ricci con l’abbattimento di 1 acero parzialmente secca;
  • Parco di Via Rolandello con la potatura di contenimento di 3 olmi;
  • Piscine di via Pindaro con l’abbattimento di 4 robinie cresciute spontaneamente a ridosso della recinzione di confine e di 1 olmo con una grossa sbrancatura che ha lasciato ampie porzioni di legno scoperto con un attacco di funghi cariogeni attivo.

 


Data ultima modifica: 16/11/2012