IL COMUNE DI TREVISO ESTENDE LE MISURE DI SOSTEGNO ALLE ATTIVITA’ PRODUTTIVE DI TREVISO – RICONOSCIUTO IL CONTRIBUTO PARI AI DIRITTI SUAP FINO AL 30 GIUGNO ED ESTENSIONE PLATEATICI AL 31 DICEMBRE 2021

Il provvedimento è stato approvato stamattina dalla Giunta

Treviso, 16 marzo 2020

Questa mattina la Giunta comunale ha approvato l’estensione delle misure di sostegno alle attività economiche di Treviso, penalizzate dalle misure restrittive per il contenimento del contagio da Covid-19.

I provvedimenti trattati sono due: il primo relativo ai diritti SUAP e il secondo riguardante la proroga delle concessioni dei plateatici fino al 31 dicembre 2021.

«In questo momento di difficoltà collegato al prolungarsi dell’emergenza vogliamo continuare a sostenere le nostre attività produttive», sottolinea il vicesindaco Andrea De Checchi. «Con questa nuova misura intendiamo dare seguito alla deliberazione dello scorso gennaio attraverso la quale veniva garantito un contributo pari ai diritti SUAP. Provvederemo inoltre, laddove non lo facesse il Governo, a garantire la permanenza dei plateatici fino alla fine dell’anno, con burocrazia minima per le richieste. In questo modo potremo contribuire, non appena verranno allentate le restrizioni, a promuovere il rilancio economico della Città».

La misura prevede che le domande di nuove concessioni per l’occupazione suolo pubblico o di ampliamento delle superficie già concesse vengano presentate in via telematica all’ufficio competente dell’ente locale (via mail o via PEC senza l’utilizzo della piattaforma SUAP), con allegata la sola planimetria, senza l’applicazione dell’imposta di bollo.

A tal proposito, è stato consentito l’utilizzo di suolo pubblico del territorio comunale nell’ambito di aree poste sul lato opposto a quello in cui si trova l’esercizio di somministrazione anche nelle zone in cui vige il limite orario di 30 Km/h (centro storico) e le aree poste non oltre 200 metri dalla ubicazione del pubblico esercizio.

È permesso inoltre ampliare l’area di ristoro già concessa al massimo raddoppiandola (entro i 270 metri quadrati complessivi) oltre ad essere favorito l’uso di piazze pubbliche.

«Ringrazio gli Uffici per la continua attività di ricerca di soluzioni per sostenere efficacemente il nostro tessuto economico», le parole dell’assessore al Bilancio Christian Schiavon. «In questo momento di difficoltà è necessario disporre delle nostre risorse finanziarie non solo per sostenere le attività ma anche per consentire e favorire il rilancio nel prossimo futuro».

«Sin dall’inizio della pandemia abbiamo voluto sostenere, nei limiti delle possibilità dell’ente, le nostre attività commerciali che stanno pagando a caro prezzo le conseguenze delle restrizioni», afferma il sindaco Mario Conte. «Abbiamo ritenuto opportuno non solo procedere sulla strada della semplificazione burocratica snellendo il procedimento per l’allargamento dei plateatici ma anche alleggerire imprese e gestori da oneri che, soprattutto in questo periodo di difficoltà, hanno un peso non indifferente. Ringrazio il vicesindaco De Checchi e l’assessore Schiavon per il lavoro che stanno promuovendo misure concrete per dare respiro alle nostre imprese».


Data ultima modifica: 16/03/2021