Esenzione dell’abitazione principale dall’ICI

A partire dall’anno d’imposta 2008 non sono tenuti al versamento dell’ICI, per effetto dell’art. 1 del decreto legge n. 93/2008 convertito dalla legge n. 126/2008, i titolari di immobili adibiti ad abitazione principale e delle relative pertinenze. Il beneficio si applica anche agli immobili parificati dalla legge all’abitazione principale e a quelli assimilati dal Comune con proprio regolamento.

REGOLAMENTO VIGENTE ALLA DATA DEL 29 MAGGIO 2008.
(approvato dal Consiglio Comunale con deliberazione n. 22 del 02,04,2007)

**********

Immobili parificati ad abitazione principale

ART. 4
(agevolazioni annuali)

– lettera C) –
E’ considerata abitazione principale l’unità immobiliare posseduta a titolo di proprietà, di usufrutto, di diritto di uso o diritto di abitazione, da anziani o disabili che acquisiscano la residenza in istituti di ricovero o sanitari a seguito di ricovero permanente, a condizione che l’unità immobiliare non risulti locata. Per coloro che trasferissero la residenza nel corso dell’anno detta agevolazione sarà operativa, ragguagliata in mesi, limitatamente al periodo successivo a detto trasferimento.
I soggetti che intendessero beneficiare di detta agevolazione sono tenuti a darne comunicazione all’Amministrazione Comunale specificando quale sia l’immobile per cui detta agevolazione venga utilizzata.

– lettera D) –
Sono considerate abitazione principale, ai fini dell’applicazione dell’aliquota ridotta, le unità immobiliari che il soggetto passivo abbia dato in comodato ad ascendenti discendenti di primo grado (genitori e figli), che la utilizzano come abitazione principale fissando in esse la propria residenza


Data ultima modifica: 06/05/2009